Dieci cose che (forse) non sapete sugli autori indie

Queste sono riflessioni e rivelazioni che vale la pena di leggere e su cui mi propongo di slogarmi le meningi. Lettura assolutamente consigliata.

Plutonia Publications

La voglia di scrivere questo post mi è venuta leggendo quello del collega Davide Mana 10 cose che ho imparato auto-pubblicando 101 ebook (cliccatelo e leggetelo anche voi, perché è interessante).
Iniziamo col ribadire che io mi definisco un autore indie, e non un “self”. Forse sarà un vezzo da poco, ma il self mi dà sempre l’idea di essere il dilettante allo sbaraglio che butta su Amazon il racconto mai editato, mai riletto, con una copertina rubata chissà dove sul Web, con una sinossi scritta male e al prezzo fisso di 0,99 euro.
L’indie, almeno secondo la mia concezione, è qualcosa di diverso. Collabora con dei freelance che si occupano di editare i suoi racconti, paga dei grafici per realizzare le copertine, etc etc.
Una sola altra precisazione, prima di lasciarvi ai 10 punti: io sono autore indie per scelta. C’è chi continua a non crederci, ma io non…

View original post 961 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: