50.000 copie vendute, cacchio!

Non l’avevo mai fatto, non sono un tipo da numeri, ma oggi mi è saltato il pallino. Ho fatto il conto di quante copie dei libri che ho scritto sono state vendute negli ultimi cinque anni circa, da quando cioè ho vestito il lenzuolo bianco del ghost writer e ho iniziato a fare buuuu a chi dice: “In italia nessuno campa scrivendo!”

L’ispirazione mi è salita come un rigurgito dopo l’abbuffata del Salone del libro di Torino, dove ho notato che di ghost writer si vocifera più di un tempo. O forse sono io che ho il radar attivato? Un po’ di tutte e due le cose.

Ora, il discorso è ingarbugliato, perché i dati di vendita sono sempre un po’ segreti di pulcinella, dove pulcinella racconta un sacco di balle, ma con due stime e qualche informazione di prima mano dagli editori e dagli autori che ho servito finora, una cifra si è materializzata davanti ai miei occhi, ed è prudenziale.

Cinquantamila.

I miei ghost readers

50.000 copie vendute di libri che nascondono la mia firma. 50.000 persone raggiunte da quel potere sovrannaturale conosciuto come scrittura: la mente dello scrivente raggiunge i neuroni del lettore. E a volte il cuore. E nella migliore delle ipotesi l’anima. E tutto questo passando per il portafogli. 15 euro circa. Pensate.

Ma bando alle emozioni e torniamo alla matematica. Cinquantamila copie vuol dire circa 10.000 l’anno di media. Che in un paese dove un venduto di mille copie procura orgasmi multipli a tutti i piccoli editori e seimila a quelli grandi, non è una cifra da buttare, tutto (s)considerato. E’ un po’ come se avessi prodotto un best-seller all’anno.

Ok, so che non è vero, so che è solo una media, ma considerate che non tutti i “miei” libri sono stati sfornati da grandi editori, e che con i piccoli le tirature sono più basse. E poi, fatemi ringalluzzire un secondo, porca vacca.

Cinquantamila persone sono i manifestanti in una piazza, il pubblico di un gran concerto, i partecipanti alla prima sfilata della 60^ edizione del Carnevale di Castrovillari (sì, controllate su Google). Cinquantamila sono una gran bella massa e fanno un baccano d’inferno. Cinquantamila se armati di fucile cambiano il corso della storia. Con una matita in mano mandano al senato un imbecille o un genio.

Un momento. Cinquantamila libri uno sull’altro. Ho distrutto ettari di bosco. Sono un pericolo pubblico. Non è fantastico? Tranquilli, ho comprato 4000 mq di terra e ci pianto alberi e arbusti.

Cinquantamila. E pensare che ci sono giorni in cui mi sembra di non conoscere nessuno. Che dite? Che in effetti non vi conosco? Giusto. Però, ehi, sapete una cosa? Voi conoscete me. Solo che non lo sapete. Siete i miei ghost readers.

Per vendere cinquantamila copie ho scritto 15 volumi per un ammontare di circa 650.000 parole in cinque anni. Non sono tante, non sono poche, sono quello che sono, ma soprattutto sono tutte pubblicate e retribuite.

E tutte, a quanto mi risulta, hanno reso felici i committenti, e:

  • riempito teatri in tutta Italia
  • affollato sale conferenze
  • fatto guadagnare dei bei soldi ai loro autori
  • procurato tanti clienti ai loro autori
  • dato lustro e popolarità ai loro autori
  • emozionato ed erudito migliaia di lettori
  • procurato servizi al telegiornale
  • procurato servizi su quotidiani nazionali e locali
  • interviste su canali televisivi nazionali
  • recensioni online e su carta
  • partecipazione a manifestazioni culturali
  • innumerevoli presentazioni in libreria
  • incalcolabile numero di like e condivisioni
  • follower, fan, firmacopie, lettere, e-mail…

E tutto questo sedendosi ogni giorno e semplicemente… scrivendo.

Qui, con le mie camicie a quadri e Ariel.

Flavio Troisi, scrittore, ghost writer

Io dico che può andare. Ma dico anche che posso migliorare. Ho qualche idea al riguardo…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: